Milano.
Manca poco all’inizio del primo giorno della settimana della moda, e mentre finisco il mio the sento un clacson insistente. Mi affaccio alla finestra e c’è un ragazzo appoggiato alla portiera di una Ford. è lei, è arrivata la mia compagna di sfilate. si inizia.
Da una sfilata a una presentazione, da un cocktail party fino alle prime luci dell’alba, non mi ha mai abbandonata: bella e comoda come fosse un sogno, la Vignale ha percorso con me le strade di una Milano frenetica e nervosa, combattendo contro il traffico e il caos, dandomi rifugio e calore tra uno show e l’altro.
Una piccola tana, un piccolo nascondiglio con un invito infilato nella tasca del sedile del mio autista e un tacco che sbuca da sotto il tappetino. Possiede un comfort che permette di ricaricarti, di chiudere gli occhi qualche secondo e apprezzare la pace e il relax di una macchina che è un’ancora di salvezza nel tumulto modaiolo milanese.
Scivoliamo eleganti tra i semafori, facendoci ammirare e distinguendoci, rendendomi orgogliosa di essere accompagnata da un’auto così raffinata ed elegante, con uno stile personale così forte e distintivo, fil-rouge del nostro rapporto.
Un’empatia la nostra, nata dall’amore per un’identità forte e caratterizzante che ci ha unito, rendendo questa fashion week un’esperienza d’alto livello e d’altissima qualità.
S-Max Vignale si è aggiudicata di diritto il premio come miglior compagna d’avventure per questa settimana, affrontando lo stress con grande grinta e io sono orgogliosa di esser entrata nella famiglia Ford, che mi ha permesso di vivere una esperienza completa.

fordvignale-valentinasiragusa-mfw

fordvignale-milanfw-valentinasiragusa

by
Valentina Siragusa
Federica Segnan