TAG > Black Opium

yslblackopium2

Black Opium Nuit Blanche by Ysl

yslblackopium6 yslblackopium yslblackopium4 yslblackopium3È il calore che si espande, è l’eccitazione che avanza, è il rumore della notte, quello che ti invaderà una volta superato il varco, è l’elettricità che si crea intorno a te quando ti senti inarrivabile è l’ultima spruzzata di Black Opium nuit blanche prima di entrare nel mondo della notte, l’ultima dose prima di viverlo senza limiti, l’ultima prima di entrare in quell’universo fatto di tenebre e mistero, dove la parola magica per accedervi è liberazione dalle regole, dai sensi, dalla razionalità.
È esaltazione delle emozioni, è ballare tutta la notte, è rompersi un collant e sentirsi ugualmente affascinanti, è sentire i bassi della musica nel petto, e non solo nel cervello, è lasciarsi andare, è il riflesso delle luci al neon sui glitter della nuova fragranza femminile di ysl che si fa spazio nelle borse di donne, anime rock che della notte sono le creature più ammalianti.
Perdere se stesse incrociare uno sguardo e conquistarlo, l’elettrizzante femminilità di una donna che indossa caffè e fiori d’arancio. Autorevole. Magnetica. Dipendente dalla vita dalla notte e dai contrasti,dalle albe viste sui tetti con il trucco sbavato dalla notte che si fa giorno, dalle luci che si spengono, dall’adrenalina negli occhi e la pace nel cuore, dall’ abbraccio di un uomo e da quella fragranza che gli è penetrata nella camicia.
Quel Black Opium nuit blanche che il mattino dopo gli ricorderà, e gli spiegherà, di che tipo di donna si è innamorato, perché anche lui lo sa, che solo delle donne audaci e irriverenti portano questa nuova fragranza.

by
Valentina Siragusa
Federica Segnan

black-opium-ysl-valentina-siragusa

Black Opium – YSL

blackopium1 blackopium3 blackopium5 blackopium6 blackopium8 blackopium-ysl-valentina-siragusa

Photo by : Nicholas Garlisi

Piena notte. Le vetrine illuminate. Una profumeria. Il bagliore della sua vetrina. Un profumo dalla confezione nera che sospende tutta quella luminosità. Capta l’ attenzione. Si fa osservare. Corteggia. Ipnotizza . È Black Opium di Yves Saint Laurent. Una fraganza che non ha nulla di passeggero. Anzi, di maledettamente affascinante.

Qualche risata in lontananza. Qualche anima della notte ancora allegra. Il resto è silenzio.
Ma la pace dura poco. Un paio di tacchi a spillo percorrono la strada. Un passo deciso. Sicuro. Regolare. La donna che si erge su quei tacchi a spillo non può essere una donna qualsiasi. È una donna che in piena notte vaga, alla ricerca di qualcosa: un qualcosa che però è ben chiaro nella sua testa.
Il passo deciso. La sicurezza della falcata.
No. Non è una donna qualsiasi. Non lo è proprio. Una donna così, in queste circostanze, non può essere altro che un fiore del male. Una creatura ribelle. Indipendente. Volitiva. Provocante. Non si riesce a vedere, è un’ombra che vaga nella notte. Non la vediamo: la percepiamo solo. La scia di profumo che lascia è qualcosa che ti afferra i sensi. Ti colpisce il cervello.
Gira per i marciapiedi tra luci e vetrine. Non guarda niente. L’andatura è sempre più decisa. L’energia sempre maggiore. Punta dritto alla preda: no, non è un uomo. Questa è una donna indipendente, una donna cool… È una che con gli uomini ci gioca, che non si fa rigirare.
È un’anima rock. Un’anima metropolitana in preda ad una scarica vitale.
Ma, anche le migliori donne hanno il loro tallone d’Achille: La loro droga. La loro dipendenza.
Ha bisogno della sua dose. Ha bisogno della sua fragranza. Ha bisogno di sentirsela sulla pelle.
Per Black opium dare assuefazione è un gioco, è qualcosa di naturale. La sua eleganza è tossica. La luminosità data dal bouquet di fiori bianchi si scontra, lotta, con un nuovo ingrediente,l’energetico per definizione : il caffè. Il contrasto tra il nero del caffè e le note di luce dei fiori bianchi mandano in tilt la mente. Un big bang mentale.
Scariche d’adrenalina liberano il lato puro, irrazionale della donna.
L’eleganza è palesata attraverso lo spirito rock chic di una donna che non se ne sta ferma sulla porta d’ingresso, ma che esce e decide il suo destino. Se lo crea. Con le sue scelte e le sue dipendenze, rompendo le regole e desiderando l’impossibile.
Ma riuscendo a ottenerlo.
————————————————————–
Middle of the night. illuminated showcases. A perfumery. The glow of its window. A perfume with the black box that suspends all that brightness. Captures the attention. It should be noted. Hypnotizes. It’s Black Opium by Yves Saint Laurent. A fragrance that has nothing passenger. Indeed, damn fascinating.

Some laughter in the distance. Some soul of the night still cheerful. The rest is silence.
But peace does not last long. A pair of high heels walk the road . A firm step. Sure. Regular. The woman who stands on those high heels can not be just any woman. She is a woman who wanders at night, looking for something, but something that is very clear in her head.
The firm step. The safety of the stride.
No. It is not an ordinary woman. It is not right. A woman like that, in these circumstances, it can not be anything but a flower of evil. A rebellious creature. Independent. Strong-willed. Provocative. You can’t see, is shadow that vague in the night. We do not see: perceive . The trail of scent that leaves is something that grabs the senses. Ti affects the brain.
Walk on the sidewalks between light and windows. Don’t look at anything. The pace is always stronger. The energy is increasing. Pointing straight the prey: No, not a man. This is an independent woman, a cool woman … she plays with men.
She has a soul rock. Underground and with the throes of a viable discharge.
But even the best women have their Achilles heel: Their drugs. Their addiction.
She needs her dose. She needs her fragrance. He needs to hear it on the skin.
For Black Opium it’s a joke , it’s something natural. Its elegance is toxic. The brightness given by the bouquet of white flowers clash, fight, with a new ingredient, the power of the coffee. The contrast between black coffee and light notes of white flowers send the mind into a tailspin. A big bang of the mind.
Adrenaline free the pure side, irrational of the woman.
Elegance is clearly evident through the rock and chic spirit of a woman who didn’t stand still on the front door, but that comes out and decide his fate. If it creates. With its choices and its dependencies, breaking the rules, and wishing for the impossible.
But being able to get it.


Dear Users, it should be noted that, within this blog, promotional messages are contained.
Gentili utenti si rende noto che all’interno di questo blog sono contenuti messaggi promozionali
Privacy Policy